mardi 30 novembre 2021

Perché vado in Turchia (D.Andrea Santoro)

Perché vado in Turchia

    «Andando io vorrei (se Dio lo vorrà), attingere e consegnare anche a voi un po’ di quella luce antica e darle nello stesso tempo un po’ di ossigeno perché brilli di più. Sento questo invio, che affronto a nome della chiesa di Roma, come uno scambio: noi abbiamo bisogno di quella radice originaria della fede se non vogliamo morire di benessere, di materialismo, di un progresso vuoto e illusorio; loro hanno bisogno di noi e di questa nostra chiesa di Roma per ritrovare slancio, coraggio, rinnovamento, apertura universale» (D.Andrea Santoro, Lettere dalla Turchia, Roma fine maggio 2000).


«Tutto il Medio Oriente ha bisogno di luci di amore, di presenze di preghiera, di pazienti e tenaci costruttori di dialogo, di testimoni umili e perseveranti, di vite seminate come granelli di sale» (D.Andrea Santoro, Lettere dalla Turchia, Roma 7 settembre 2001).


 

dimanche 7 novembre 2021

Türk tarihini aydınlatacak belgeler Vatikan’da

Tarihçi Dr. Rinaldo Marmara 25 yıldır Vatikan arşivlerinde Türk tarihine ışık tutacak belgeler üzerine çalışmalarını sürdürüyor. Türkiye-Vatikan [Papalık] Diplomatik İlişkilere Doğru adlı kitabını okurla buluşturan Marmara, geçen seneden itibaren Papa XII. Pius dönemini (1939-1958) kapsayan belgelerin de araştırmacıların hizmetine sunulduğuna dikkat çekiyor.


_ . _




jeudi 4 novembre 2021

Le relazioni diplomatiche Turchia – Santa Sede (preparativi)

Per gli storici di Turchia, risalire alle tappe delle relazioni con la Santa Sede può essere difficile. Non ci sono documenti in turco, e i documenti di archivio in Segreteria di Stato sono tutti in italiano, o in francese. Ma c’è un lavoro, recentemente pubblicato, che punta proprio a colmare questo divario. Si chiama “Santa Sede – Turchia. Periodo di Mons. Rotta 1925 – 1930. Verso le relazioni diplomatiche del 1960”. Si tratta del primo catalogo in turco (titolo originale: “Türkiye ile Vatikan Diplomatik İlişkilere Doğru”) in cui i documenti in lingua originale vengono trascritti, aprendo la strada ai ricercatori turchi per meglio comprendere le tappe delle relazioni tra Santa Sede e Turchia.




lundi 20 septembre 2021

Prayer for the suffering

Diego Velázquez, Cristo crocifisso 1631,
Madrid, Museo del Prado.


 

Everyone day we'll stop

And pray for the sick

And suffering today

And we'll light a candle

And pray for them every

Night that the Lord Jesus Christ

Heals them tonight Amen.


David P Carroll.









 

mercredi 16 juin 2021

Antonianum - Corso di licenza in filosofia con specializzazione in ecologia integrale e borsa di studio

A partire dall’anno accademico 2021-2022 la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Antonianum promuove il corso di licenza in filosofia con specializzazione in ecologia integrale; in vista dell’avvio del corso è prevista l’assegnazione di un totale di 9 borse di studio biennali a copertura totale delle tasse accademiche e 6 borse di studio biennali a copertura parziale delle stesse tasse, grazie al sostegno di Banca Etica e Federmanager — vedi alla voce Borse di studio

Info Antonianum

.

dimanche 16 mai 2021

19/5/2021 📿 La Maison de la Vierge à Ephèse, un des 30 sanctuaires mondiaux choisis pour le “marathon” de prière du Rosaire organisé par le Pape

Mercredi 19 mai, le rendez-vous quotidien aura lieu en direct de la Maison de la Vierge à Ephèse !

La prière mariale quotidienne est retransmise tous les jours en direct à 18 h 00 heure de Rome (19 h 00 en Turquie) sur la chaîne officielle du Saint-Siège.

Elle sera visible en direct le 19 mai sur la chaîne YouTube de l’archidiocèse d’Izmir:

https://www.youtube.com/channel/UCXMIXfuHWAmBWApIiDxiNQw


https://www.katolik-kilisesi.org/fr/la-maison-de-la-vierge-a-ephese/

mercredi 3 février 2021

Conférence - «Document sur la fraternité humaine pour la paix mondiale et la coexistence commune » (Abou Dabi, le 4-5 février 2019)

Chers frères, chères sœurs,

Le 21 décembre 2020, l’Assemblée générale des Nations Unies (ONU) a adopté une résolution et proclamé le 4 février « Journée internationale de la fraternité humaine ».

Ce jour coïncide avec la date commémorative de la signature du «Document sur la fraternité humaine pour la paix mondiale et la coexistence commune » (Abou Dabi, le 4-5 février 2019) par le Saint-Père François et le Grand Imam d’Al-Ahzar, Cheikh Ahmad Al-Tayyeb.

Notre Archidiocèse d’Izmir veut commémorer ce jour historique avec 

une conférence virtuelle sur Zoom ce jeudi 4 février à 17 heures

à laquelle vous êtes cordialement invités(es). 

 

Cette présentation a pour objectif principal la diffusion du contenu de la Déclaration d'Abou Dhabi mais aussi l’enseignement du Pape François sur la fraternité humaine dans sa récente Encyclique Tous frères.

 

Konferans - “Dünya Barışı ve Ortak Birlikte Yaşam İçin İnsan Kardeşliği Belgesi”nin (Abu Dabi, 4-5 Şubat 2019)

Sevgili kardeşler, sevgili kız kardeşler,

21 Aralık 2020'de Birleşmiş Milletler (BM) Genel Kurulu bir kararı kabul etti ve 4 Şubat'ta “Uluslararası İnsan Kardeşliği Günü” ilan etti.

Bu gün, “Dünya Barışı ve Ortak Birlikte Yaşam İçin İnsan Kardeşliği Belgesi”nin (Abu Dabi, 4-5 Şubat 2019) Kutsal Baba Francis ve El-Ahzar Büyük İmamı, Şeyh tarafından imzalanmasının anma tarihine denk geliyor. Ahmad Al-Tayyeb.


İzmir Başpiskoposluğumuz bu tarihi günü birlikte anmak istiyor.

Zoom ile ilgili sanal bir konferans 4 Şubat Perşembe günü saat 17: 00'de

İçtenlikle davetlisiniz.

Conference- “Document on Human Fraternity for World Peace and Common Coexistence” (Abu Dhabi, February 4-5, 2019)

Dear brothers, dear sisters,

On December 21, 2020, the United Nations (UN) General Assembly adopted a resolution and proclaimed February 4 “International Day of Human Fraternity”.

This day coincides with the commemorative date of the signing of the “Document on Human Fraternity for World Peace and Common Coexistence” (Abu Dhabi, February 4-5, 2019) by the Holy Father Francis and the Grand Imam of Al -Ahzar, Sheikh Ahmad Al-Tayyeb.


Our Archdiocese of Izmir wants to commemorate this historic day with

A virtual conference on Zoom this Thursday February 4 at 5 p.m.

To which you are cordially invited.

dimanche 27 décembre 2020

ONLINE - Messa esequiale mart.29 dicembre alle ore 11.00

 


Ai Sacerdoti, Consacrati e Fedeli Laici del Vicariato Apostolico d’Istanbul.

La sera di martedì 22 dicembre alle ore 23.15 circa è venuto a mancare all’età di 68 anni, chiamato dal Padre celeste, il nostro fratello Vescovo Monsignor Rubén TIERRABLANCA GONZALEZ OFM, Vescovo Titolare di Tubernuca e Vicario Apostolico di Istanbul. Era ricoverato nell’ospedale dell’Università Koç dal 2 dicembre. 

In questa mesta circostanza presentiamo le nostre condoglianze alla sorella, signora Celia, alla Famiglia Religiosa dei Frati Minori, a tutti i suoi stretti collaboratori e ai fedeli del Vicariato che ne piangono la perdita. 

Che il Signore ricompensi il nostro fratello Mons. Rubén per il dono della sua vita consacrata al servizio della Chiesa, e il Signore Gesù lo accolga come servitore buono e fedele nella gioia del suo regno. 

Sarà celebrata la messa esequiale martedì 29 dicembre alle ore 11.00 nella cattedrale absente cadavere, e dopo la messa seguirà la tumulazione nel cimitero di Feriköy alle ore 13.00. I posti sono limitati, e l’ingresso alla cattedrale sarà permesso a coloro che avranno un biglietto dalla loro parrocchia. Sarà trasmessa la cerimonia su SAT-TÜRK. Si raccomanda che la partecipazione avvenga soprattutto assistendo alla trasmissione in diretta su SAT-7 TÜRK.  

Per coloro che lo desiderano, è possibile visitare la cattedrale per una preghiera di suffragio. 

A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, si può lasciare un messaggio di condoglianze su questo sito: https://www.facebook.com/ruben.tierrablanca.39/

 

 

*****************

mardi 8 décembre 2020

Yeni Smyrna Başpiskoposunun atanması

Papa Hazretleri, İzmir (Türkiye) Başepiskoposluğu Ruhani Reisliğini sürdürmekte olan Pek Muhterem Ekselansları Mons. Lorenzo Piretto O.P.’nin pastoral yönetim görevinden istifasını kabul etmiş bulunmaktadır.


Papa Hazretleri, halen İstanbul Büyükdere’de Conventual Cemaat Başrahibi olarak görev yapmakta olan Muhterem Peder Martin KMETEC, OFM’i, bugün, 8 Aralık 2020 tarihinde İzmir Büyükşehir Latin Katolik Başepiskoposluğu Ruhani Reisi olarak tayin ettiğini bildirmekten sevinç duyuyoruz.


ÖZGEÇMİŞ
S. E. Mons. Martin KMETEC OFM Conv. 10 Kasım 1956 tarihinde Solvenya’nın Ptuj şehrinde dünyaya geldi. Teoloji ve Felsefe üzerine kurumsal eğitimini Slovenya’da bağlı olduğu Episkoposluk Bölgesinde tamamladı. 25 Eylül 1977’de yemin ederek ruhbanlık yaşamına adım attı. 4 Ekim 1982’de sürekli yeminini etti. Ljubliana Üniversitesinde Diyalog ve Dinler üzerine uzmanlığını tamamlayarak Teoloji Doktorası aldı. Sloven dilinin yanında Türkçe, Fransızca ve İtalyanca bilmektedir.
29 Temmuz 1983 yılında rahip olarak atandı.
Bağlı olduğu Tarikatta çeşitli konumlarda görev aldı: Küçükler için Seminer Rektörlüğü, Lübnan’da Misyonerlik, Çeşitli manastırlarda Başrahiplik.

2014-2018 yılları arasında Kutsal Topraklar ve Doğu Bölgesi Havarisel Yöneticiliği görevini üstlendi. 2011-2020 arasında Büyükdere St. Maria Manastırında bulunmakla birlikte sadece 2018’den bu yana başrahiplik görevini sürdürmektedir

https://www.katolik-kilisesi.org/ 


.

Nomina del nuovo Arcivescovo di Smirne

Rinuncia e nomina dell’Arcivescovo Metropolita di Izmir (Turchia)

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi Metropolitana di Izmir (Turchia), presentata da Sua Eccellenza Reverendissima Mons. Lorenzo Piretto, O.P..

Il Santo Padre ha nominato Arcivescovo Metropolita di Izmir il Rev.do Padre Martin Kmetec O.F.M. Conv., finora Superiore della Comunità dei Conventuali di Büyükdere, Istanbul.

Curriculum vitae

S.E. Mons. Martin KMETEC O.F.M. Conv. è nato il 10 novembre 1956 a Ptuj, in Slovenia. Ha compiuto gli studi istituzionali di Teologia e Filosofia nella sua Provincia religiosa in Slovenia, nella quale ha emesso la Professione semplice il 25 settembre 1977 e quella solenne il 4 ottobre 1982. Ha conseguito il Dottorato in Teologia, con specializzazione in Dialogo e Religioni nell’Univerisità di Ljubliana. Oltre allo sloveno, parla turco, francese e italiano.

È stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1983.

Ha ricoperto vari incarichi nel suo Ordine: Rettore del Seminario minore, Missionario in Libano, Superiore di vari Conventi. È stato, inoltre, Vicario Custode d’Oriente e Terra Santa dei frati Minori Conventuali dal 2014 al 2018. Dal 2011 al 2020 è stato nel Convento di S. Maria in Büyükdere, Istanbul, ma nel ruolo di Superiore solo dal 2018.

[01515-IT.01]

lundi 7 décembre 2020

Cinquantacinque anni fa, la fine delle scomuniche fra cattolici e ortodossi

Il 7 dicembre 1965 la storica Dichiarazione comune con il reciproco gesto di perdono che poneva fine alle reciproche scomuniche, preceduta dall’abbraccio fra Paolo VI e Atenagora di un anno prima.

 


[leggi tutto]

dimanche 11 octobre 2020

Fratelli tutti

Il documento di Papa Francesco indica la strada per sviluppare una nuova dimensione del dialogo interculturale e interreligioso.



 

mardi 21 avril 2020

Santa Maria Fransiskan Kilisesi


İzmirimizde de İtalyan Fransiskan rahipleri 1341-1400 döneminde, tespit edemediğimiz bir yerde, Santa Maria Kilisesi’ni kurmuşlardı. Bu kilise 1688 yılında meydana gelen bir depremde yıkıldı. Bugün bulunduğu yerde, 1692 yılında bir Santa Maria Kilisesi ve bir manastır olmak üzere inşa edilmeye başlandı. Hollandalıların desteği ile 25 Aralık 1698’de kilisenin açılışı gerçekleşti. O dönemde deniz kıyısında yer alan, kilisenin bulunduğu bulvarın mahallesine “Maltezika” denirdi. Çünkü burası Malta’dan göç edenlerin ikamet ettiği mahalle idi. İyi denizci ve balıkçı olan Maltalılar, Katolik idiler. Kilise binası ve manastırı ile o zamanın görkemli bir kilisesi olan Santa Maria Kilisesi’ni Papa Pio VII., Katedral (Baş Kilise) ilan etti.
https://www.izmirdergisi.com/tr/turizm/inanc-turizmi/1876-bir-fransiskan-kilisesi-santa-maria

lundi 2 décembre 2019

İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde Rahiplik Ataması | 29.11.2019



İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde Fransisken Rahip Alvaro Rodriguez Vázquez’nin Rahiplik Kutsaması yapıldı.

22 Kasım 2019 tarihinde, İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde 8 ay önce İstanbul’a gelen ve 29 yaşındaki Meksikalı Alvaro Rodriguez Vázquez’nin görkemli Rahiplik Kutsamasını gerçekleştirildi.

Türkçe, İspanyolca ve İngilizce yapılan ayin, İstanbul Latin Katolik Kilisesi Episkoposu Monsenyör Ruben Tierrablanca tarafından yönetilirken Diyarbakır Keldani Katolik Kilisesi Başepiskoposu Monsenyör Ramzi Garmou ve Türkiye Süryani Katolik Kilisesi Patrik Vekili Korepiskoposu Monsenyör Orhan Çanlı eşlik etti. Süryani Ortodoks Kilisesi Korepiskoposu Monsenyör Melke Akyüz, Rum Ortodoks Kilisesi İstanbul Patrikhanesi temsilcisi, Türkiye’nin farklı şehirlerinden ve İstanbul’daki Katolik Kilisesi cemaatlerinden, Meksikalıların olduğu bir grup, rahipler ve rahibeler bu çok özel ayine katıldılar. (SAT-7 TÜRK/ Nathalie Ritzmann)

dimanche 29 septembre 2019

Solemnity of St. Francis of Assisi




Nella comemorazione della solennità di San Francesco d'Assisi, I frati francescani d'Izmir - Bornova vi invita a lodare il Signore per il suo servo Santo Francesco venerdì il 4/10 alle ore 18.00. Nello stesso giorno si celebra anche la fesTa patronale della parrocchia.

A l'occasion de la commémoration de la solannité  de Saint François d'Assise, les frères Franciscaine  OFM d'Izmir à Bornova vous invite à louer le Seigneur pour son Serviteur Saint François d'Assise vendredi le 04/10 à 18 h00. Le même jour la  fête patronale de la paroisse sera célebrée.

In the commemoration of the solemnity of St. Francis of Assisi, the Franciscan friars OFM of Izmir Bornova invites you to praise the Lord for his servant Saint Francis on Friday 4/10 at 6 pm. On the same day, the patronal feast of the parish is also celebrated


dimanche 22 septembre 2019

XI edizione di Festival Francescano - Bologna, 27-29 settembre 2019


.
.

Attraverso parole

I fatti parlano da soli? Non necessariamente. Quando si tratta di fatti storici, poi, grande rilevanza assume l’interpretazione dell’accaduto da parte dei contemporanei, e degli studiosi a seguire. Esattamente 800 anni fa, accadde un fatto, in una città sul delta del Nilo chiamata Damietta. Francesco da Assisi, che dieci anni prima aveva istituito una forma di vita religiosa basata sulla povertà, carità e fraternità, si recò dal sultano al-Malik al-Kamil, nell’ambito della quinta crociata. Nell’immediato, il fatto non suscitò grande interesse, anzi: Francesco non convertì il sultano e nemmeno ne uscì martire; solo in seguito se ne apprezzò lo straordinario significato profetico.

dimanche 8 septembre 2019

Center for Arab and Islamic studies

In recognition of the importance of the Arab and Islamic worlds, both historical and contemporary, St. Bonaventure University established the Center for Arab and Islamic Studies (CAIS) in 2015.


In view of the Franciscan Order’s enduring engagement with the Arab and Islamic world from 1219 until the current day, its contribution to the study of Christian-Muslim relations, and its promotion of Christian-Muslim dialogue, CAIS was established under the aegis of the Franciscan Institute at St. Bonaventure University.

.
https://www.sbu.edu/.../center-for-arab-and-islamic-studies
.
Director: Fr. Michael Calabria, O.F.M., Ph.D.
.

jeudi 15 août 2019

La Famiglia francescana della Turchia in pellegrinaggio

In occasione dell’ottavo centenario dell’incontro di san Francesco con il sultano al-Kamil, i frati francescani OFM della Fraternità internazionale per il Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, hanno organizzato un pellegrinaggio con una fraternità dei Dervisci – musulmani di Istanbul “Galata Mevlevi”. A questo pellegrinaggio ha partecipato anche sr Miriam Oyarzo, fmsc della fraternità di Büyükada in Turchia. Tra la confraternita dei Dervisci e i frati francescani di Istanbul c’è una amicizia incominciata da diversi da anni tra p. Gwenolé Jeusset e il Dedé Nail Kesova, maestri spirituali di questo gruppo. 


Il pellegrinaggio, si è svolto dal 9 al 14 marzo 2019, e ha avuto come tappe significative: Lyon, Nantes e Parigi. Grande organizzatore di questo evento è stato Fr. Gwenolé Jeusset, OFM, che è stato membro della fraternità in Turchia, e che ora vive in Francia (Nantes). Padre Gwenolé ha ancora a cuore il dialogo e continua a tenere contatti con tante persone per sensibilizzare ogni comunità al dialogo ecumenico ed interreligioso. Sia a Lyon e che a Nantes, le giornate sono trascorse tra incontri con le comunità locali, le conferenze tenute da p. Gwenolé Jeusset. Egli ha parlato ovunque di quanto sia stato importante l’incontro di San Francesco con il Sultano da poter oggi celebrare e commemorare questo evento che ha offerto una nuova modalità per poter “incontrare” l’altro pur nella diversità, nel pericolo e in situazioni di conflitto. Al centro del nostro pellegrinaggio è stata la celebrazione interreligiosa tra i francescani e i dervisci. La celebrazione è incominciata con l’ingresso di tutti i due gruppi in processione per continuare con l’ascolto reciproco e la preghiera fatta insieme invocando la Pace e la fraternità. I francescani hanno pregato il Padre San Francesco e invocato Dio con la preghiera di San Francesco: le Lodi di Dio Altissimo. Dopo hanno pregato Dio Padre per l’unità del genere umano e per la pace del mondo, è stata invocata la protezione della Santissima Madre di Dio, Maria. E’ seguito poi il momento del “Semâ” o la danza dei Dervisci che è ricca di simboli e ha il fi ne di aiutare la mente ad essere completamente rivolta all’Amore verso Dio. In questo viaggio in cui si è ricordato un incontro tra due persone che hanno scritto la storia e ci hanno dimostrato come l’incontro può aprire non solo strade ma menti e cuori, si è celebrata “l’amicizia” in semplicità francescana tra queste due fraternità. Auguro che tutte le celebrazioni di questo evento portino frutti duraturi e veraci e che si possa così “incontrare” i nostri fratelli senza pregiudizi e costruire ponti e abbattere le barriere della paura e dell’indifferenza.

- sr Miriam Oyarzo, FMSC

mardi 2 juillet 2019

Pope Francis of Rome gave relics of Saint Peter to the Church of Constantinople

The delegation of the Ecumenical Patriarchate, which participated in the celebration of the throne feast of the Church of Rome on 29 June 2019, received from Pope Francis an unexpected and valuable gift: a reliquary with the holy relics of Saint Peter the Apostle, which were kept in the private chapel of the Pope at the Apostolic Palace in the Vatican. These are nine fragments of Saint Peter’s bones, which, after important archaeological excavations, have been confirmed to be authentic. At the request of Pope Paul VI in 1968, these fragments have been separated from the rest of the relics and placed in a bronze reliquary with the inscription: “Of the bones found in the Vatican Basilica belonging to the holy Apostle Peter”. These relics were exhibited in the Basilica of Saint Peter in the Vatican only once, on 24 November 2013, on the occasion of the closing of the Holy Year of Faith. The rest of the relics of the Apostle are kept under the main altar of Saint Peter’s Basilica in the Vatican.
[...more]

samedi 8 juin 2019

COSTRUIRE PONTI PER LA PACE E L’ARMONIA. UN CORSO SUL DIALOGO ECUMENICO E INTERRELIGIOSO AD ISTANBUL

Per celebrare lo storico evento dell’Ottavo Centenario dell’incontro tra S. Francesco e il sultano Malik al-Kamil, la Comunità Francescana Internazionale in Turchia offre un corso di formazione sul dialogo ecumenico ed interreligioso.

Il corso, dal titolo “Costruire ponti per la pace e l’armonia”, si terrà dal 14 al 27 ottobre 2019 presso la Chiesa di Santa Maria Draperis ad Istanbul, Turchia. Il corso tratterà dell’idea, del valore, dell’urgenza e della metodologia per il dialogo nelle realtà del nostro mondo oggi. Sono previsti un simposio e un pellegrinaggio a Damietta, in Egitto. La quota di iscrizione al Programma è di € 600.

Per maggiori informazioni contattare:

Fr. Pascal Robert, OFM pascalrobert764@gmail.com
Fr. Felianus Dogon, OFM dogonfellyanus@yahoo.com
Fr. Eleuthere Makuta, OFM makutaba@yahoo.fr



jeudi 11 avril 2019

LA FRATERNITÀ DI ISTANBUL e İZMİR CELEBRA DAMIETTA IN FRANCIA

In occasione dell’ottavo centenario dell’incontro di san Francesco con il sultano al-Kamil che ricorre questo anno, i frati francescani della Fraternità internazionale per il Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, hanno organizzato un pellegrinaggio con una fraternità dei Dervisci – musulmani di Turchia per dare senso a questo evento storico.


Invitato da Fr. Gwenolé Jeusset, OFM, un membro della prima fraternità francescana per il dialogo in Turchia, ormai adesso in Francia, hanno percorso le vie e le chiese della Francia dal 09-14 marzo 2019 (Lyon, Nantes e Parigi) per mostrare che nostro Dio incontra tutti e Francesco d’Assisi che passa le linee dell’esercito crociato, impegnato nell’assedio di Damietta, per recarsi all’incontro con Al-Malik, diventa emblema ed esempio del superamento di steccati tra popoli, culture, religioni.

vendredi 28 septembre 2018

FETE - FESTA - BAYRAM - FEAST || 4.10.2018


LA COMMUNAUTE FRANCISCAINE  ET LA PAROISSE SAINT NOM DE MARIE BORNOVA-İZMİR

VOUS INVITE - INVITED YOU - VI INVITA - DAVET EDIYOR


Jeudi 4 OCTOBRE 2018 - Thursday 4 OTTOBER 2018-
Giovedì 4 OTTOBRE 2018 - Perşembe 4 EKIM 2018

18:00 Heure ; 06:00 Pm ; Ore 18:00 ; Saat 18’de

FETE DE SAINT FRANCOIS D’ASSISE- FESTA DI SAN FRANCESCO DI ASSISI – AZIZ FRANSUA BAYRAMI - FEAST OF FRANCIS OF ASSISI
&
FETE PATRONALE DE LA PAROISSE- FESTA PATRONALE DELLA PARROCCHIA     Kilise PATRONUN BAYRAMI - PATRONAL FEAST OF THE PARISH


PAROISSE Saint Nom de MARIE, Kazım Karabekir Cadd. No. 4/1. Erzene Mahl. Bonorva-İzmir 

mardi 17 juillet 2018

Pezzi di Archivio Segreto Vaticano mostrano la Turchia dell’accoglienza


Presentato lo scorso 29 maggio dal Cardinale Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione delle Chiese Orientali, il libro intitolato in francese “Documents pour l’Histoire de l’Eglise Georgienne”, “Documenti per la storia della Chiesa georgiana". 
Curato da Rinaldo Marmara, storico direttore di Caritas Turchia, il libro ha il pregio di pubblicare i documenti dell’Archivio Segreto Vaticano, fornendo una panoramica della situazione di allora che aiuta a comprendere quello che accade oggi. Fondamentale, è dunque, la cornice storica che viene delineata nella lunga introduzione del libro.
Scrive l’arcivescovo Ruben Tierrablanca, vicario apostolico di Istanbul nell’introduzione, che “una lettura isolata di questo materiale porterebbe allo scoraggiamento e a giudizi parziali di fratelli e sorelle che hanno dato la vita per la Chiesa di Cristo".
“Il libro – racconta ad ACI Stampa Rinaldo Marmara, il curatore – mostra l’ospitalità del popolo turco. I sacerdoti georgiani vanno in Turchia, fondano la loro Congregazione per formare preti per la loro nazione, e lo fanno in tutta libertà. Dopo le riforme dell’Impero Ottomano del 1839, la Turchia diventa un paese di accoglienza per eccellenza”. 


.