lundi 2 décembre 2019

İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde Rahiplik Ataması | 29.11.2019



İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde Fransisken Rahip Alvaro Rodriguez Vázquez’nin Rahiplik Kutsaması yapıldı.

22 Kasım 2019 tarihinde, İstanbul Kutsal Ruh Katedrali’nde 8 ay önce İstanbul’a gelen ve 29 yaşındaki Meksikalı Alvaro Rodriguez Vázquez’nin görkemli Rahiplik Kutsamasını gerçekleştirildi.

Türkçe, İspanyolca ve İngilizce yapılan ayin, İstanbul Latin Katolik Kilisesi Episkoposu Monsenyör Ruben Tierrablanca tarafından yönetilirken Diyarbakır Keldani Katolik Kilisesi Başepiskoposu Monsenyör Ramzi Garmou ve Türkiye Süryani Katolik Kilisesi Patrik Vekili Korepiskoposu Monsenyör Orhan Çanlı eşlik etti. Süryani Ortodoks Kilisesi Korepiskoposu Monsenyör Melke Akyüz, Rum Ortodoks Kilisesi İstanbul Patrikhanesi temsilcisi, Türkiye’nin farklı şehirlerinden ve İstanbul’daki Katolik Kilisesi cemaatlerinden, Meksikalıların olduğu bir grup, rahipler ve rahibeler bu çok özel ayine katıldılar. (SAT-7 TÜRK/ Nathalie Ritzmann)

dimanche 29 septembre 2019

Solemnity of St. Francis of Assisi




Nella comemorazione della solennità di San Francesco d'Assisi, I frati francescani d'Izmir - Bornova vi invita a lodare il Signore per il suo servo Santo Francesco venerdì il 4/10 alle ore 18.00. Nello stesso giorno si celebra anche la fesTa patronale della parrocchia.

A l'occasion de la commémoration de la solannité  de Saint François d'Assise, les frères Franciscaine  OFM d'Izmir à Bornova vous invite à louer le Seigneur pour son Serviteur Saint François d'Assise vendredi le 04/10 à 18 h00. Le même jour la  fête patronale de la paroisse sera célebrée.

In the commemoration of the solemnity of St. Francis of Assisi, the Franciscan friars OFM of Izmir Bornova invites you to praise the Lord for his servant Saint Francis on Friday 4/10 at 6 pm. On the same day, the patronal feast of the parish is also celebrated


dimanche 22 septembre 2019

XI edizione di Festival Francescano - Bologna, 27-29 settembre 2019


.
.

Attraverso parole

I fatti parlano da soli? Non necessariamente. Quando si tratta di fatti storici, poi, grande rilevanza assume l’interpretazione dell’accaduto da parte dei contemporanei, e degli studiosi a seguire. Esattamente 800 anni fa, accadde un fatto, in una città sul delta del Nilo chiamata Damietta. Francesco da Assisi, che dieci anni prima aveva istituito una forma di vita religiosa basata sulla povertà, carità e fraternità, si recò dal sultano al-Malik al-Kamil, nell’ambito della quinta crociata. Nell’immediato, il fatto non suscitò grande interesse, anzi: Francesco non convertì il sultano e nemmeno ne uscì martire; solo in seguito se ne apprezzò lo straordinario significato profetico.

dimanche 8 septembre 2019

Center for Arab and Islamic studies

In recognition of the importance of the Arab and Islamic worlds, both historical and contemporary, St. Bonaventure University established the Center for Arab and Islamic Studies (CAIS) in 2015.


In view of the Franciscan Order’s enduring engagement with the Arab and Islamic world from 1219 until the current day, its contribution to the study of Christian-Muslim relations, and its promotion of Christian-Muslim dialogue, CAIS was established under the aegis of the Franciscan Institute at St. Bonaventure University.

.
https://www.sbu.edu/.../center-for-arab-and-islamic-studies
.
Director: Fr. Michael Calabria, O.F.M., Ph.D.
.

jeudi 15 août 2019

La Famiglia francescana della Turchia in pellegrinaggio

In occasione dell’ottavo centenario dell’incontro di san Francesco con il sultano al-Kamil, i frati francescani OFM della Fraternità internazionale per il Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, hanno organizzato un pellegrinaggio con una fraternità dei Dervisci – musulmani di Istanbul “Galata Mevlevi”. A questo pellegrinaggio ha partecipato anche sr Miriam Oyarzo, fmsc della fraternità di Büyükada in Turchia. Tra la confraternita dei Dervisci e i frati francescani di Istanbul c’è una amicizia incominciata da diversi da anni tra p. Gwenolé Jeusset e il Dedé Nail Kesova, maestri spirituali di questo gruppo. 


Il pellegrinaggio, si è svolto dal 9 al 14 marzo 2019, e ha avuto come tappe significative: Lyon, Nantes e Parigi. Grande organizzatore di questo evento è stato Fr. Gwenolé Jeusset, OFM, che è stato membro della fraternità in Turchia, e che ora vive in Francia (Nantes). Padre Gwenolé ha ancora a cuore il dialogo e continua a tenere contatti con tante persone per sensibilizzare ogni comunità al dialogo ecumenico ed interreligioso. Sia a Lyon e che a Nantes, le giornate sono trascorse tra incontri con le comunità locali, le conferenze tenute da p. Gwenolé Jeusset. Egli ha parlato ovunque di quanto sia stato importante l’incontro di San Francesco con il Sultano da poter oggi celebrare e commemorare questo evento che ha offerto una nuova modalità per poter “incontrare” l’altro pur nella diversità, nel pericolo e in situazioni di conflitto. Al centro del nostro pellegrinaggio è stata la celebrazione interreligiosa tra i francescani e i dervisci. La celebrazione è incominciata con l’ingresso di tutti i due gruppi in processione per continuare con l’ascolto reciproco e la preghiera fatta insieme invocando la Pace e la fraternità. I francescani hanno pregato il Padre San Francesco e invocato Dio con la preghiera di San Francesco: le Lodi di Dio Altissimo. Dopo hanno pregato Dio Padre per l’unità del genere umano e per la pace del mondo, è stata invocata la protezione della Santissima Madre di Dio, Maria. E’ seguito poi il momento del “Semâ” o la danza dei Dervisci che è ricca di simboli e ha il fi ne di aiutare la mente ad essere completamente rivolta all’Amore verso Dio. In questo viaggio in cui si è ricordato un incontro tra due persone che hanno scritto la storia e ci hanno dimostrato come l’incontro può aprire non solo strade ma menti e cuori, si è celebrata “l’amicizia” in semplicità francescana tra queste due fraternità. Auguro che tutte le celebrazioni di questo evento portino frutti duraturi e veraci e che si possa così “incontrare” i nostri fratelli senza pregiudizi e costruire ponti e abbattere le barriere della paura e dell’indifferenza.

- sr Miriam Oyarzo, FMSC

mardi 2 juillet 2019

Pope Francis of Rome gave relics of Saint Peter to the Church of Constantinople

The delegation of the Ecumenical Patriarchate, which participated in the celebration of the throne feast of the Church of Rome on 29 June 2019, received from Pope Francis an unexpected and valuable gift: a reliquary with the holy relics of Saint Peter the Apostle, which were kept in the private chapel of the Pope at the Apostolic Palace in the Vatican. These are nine fragments of Saint Peter’s bones, which, after important archaeological excavations, have been confirmed to be authentic. At the request of Pope Paul VI in 1968, these fragments have been separated from the rest of the relics and placed in a bronze reliquary with the inscription: “Of the bones found in the Vatican Basilica belonging to the holy Apostle Peter”. These relics were exhibited in the Basilica of Saint Peter in the Vatican only once, on 24 November 2013, on the occasion of the closing of the Holy Year of Faith. The rest of the relics of the Apostle are kept under the main altar of Saint Peter’s Basilica in the Vatican.
[...more]

samedi 8 juin 2019

COSTRUIRE PONTI PER LA PACE E L’ARMONIA. UN CORSO SUL DIALOGO ECUMENICO E INTERRELIGIOSO AD ISTANBUL

Per celebrare lo storico evento dell’Ottavo Centenario dell’incontro tra S. Francesco e il sultano Malik al-Kamil, la Comunità Francescana Internazionale in Turchia offre un corso di formazione sul dialogo ecumenico ed interreligioso.

Il corso, dal titolo “Costruire ponti per la pace e l’armonia”, si terrà dal 14 al 27 ottobre 2019 presso la Chiesa di Santa Maria Draperis ad Istanbul, Turchia. Il corso tratterà dell’idea, del valore, dell’urgenza e della metodologia per il dialogo nelle realtà del nostro mondo oggi. Sono previsti un simposio e un pellegrinaggio a Damietta, in Egitto. La quota di iscrizione al Programma è di € 600.

Per maggiori informazioni contattare:

Fr. Pascal Robert, OFM pascalrobert764@gmail.com
Fr. Felianus Dogon, OFM dogonfellyanus@yahoo.com
Fr. Eleuthere Makuta, OFM makutaba@yahoo.fr



jeudi 11 avril 2019

LA FRATERNITÀ DI ISTANBUL e İZMİR CELEBRA DAMIETTA IN FRANCIA

In occasione dell’ottavo centenario dell’incontro di san Francesco con il sultano al-Kamil che ricorre questo anno, i frati francescani della Fraternità internazionale per il Dialogo ecumenico e interreligioso in Turchia, hanno organizzato un pellegrinaggio con una fraternità dei Dervisci – musulmani di Turchia per dare senso a questo evento storico.


Invitato da Fr. Gwenolé Jeusset, OFM, un membro della prima fraternità francescana per il dialogo in Turchia, ormai adesso in Francia, hanno percorso le vie e le chiese della Francia dal 09-14 marzo 2019 (Lyon, Nantes e Parigi) per mostrare che nostro Dio incontra tutti e Francesco d’Assisi che passa le linee dell’esercito crociato, impegnato nell’assedio di Damietta, per recarsi all’incontro con Al-Malik, diventa emblema ed esempio del superamento di steccati tra popoli, culture, religioni.